Navigazione veloce

Un’assemblea di Istituto speciale al “Carlo Troya” ai tempi del Coronavirus

L’idea è partita dal contatto con la page “classicisti disperati”, che conta su Instagram più di 90mila followers, che ha accettato con entusiasmo la sfida di partecipare ad una live per rispondere a qualche domanda degli studenti.

I ragazzi sono riusciti tra di loro una situazione comunicativa efficace e ciò ha rappresentato un vero successo»: commenta così Michelangelo Filannino, Dirigente scolastico del Liceo “Carlo Troya”, l’iniziativa partita dagli studenti di organizzare la prima assemblea di Istituto “a distanza” ai tempi del Coronavirus.

L’idea è partita dal contatto con la page “classicisti disperati”, che conta su Instagram quasi 90mila followers, che ha accettato con entusiasmo la sfida di partecipare ad una live per rispondere a qualche domanda e curiosità degli studenti, cercando di ricreare il clima di una assemblea di istituto in presenza. I 4 rappresentanti di istituto Gianmarco Bruno, Giorgia Giannini, Flavio Keci e Antonio Rutigliano, che hanno ideato e organizzato l’assemblea online, sono orgogliosi di questo particolare primato, fiduciosi di poter ripetere questa esperienza in futuro.

Una bella notizia, per mantenere la “vicinanza” nonostante la distanza fisica: «Stiamo pensando – prosegue il Dirigente Scolastico – nelle prossime settimane di organizzare altre assemblee di istituto che consentono sia una diversificazione e una pausa nelle attività didattiche, ma soprattutto di far patire un po’ meno l’isolamento in cui ci troviamo, se come pare la situazione durerà più a lungo del previsto».

Insomma, ingegnarsi con i social per riprendersi un po’ di socialità e abbattere le distanze: i ragazzi del “Troya” ce l’hanno fatta!

Non è possibile inserire commenti.